Nottenera.Comunità_Linguaggi_Territorio

Sabato 24 Agosto 2013 a Serra de' Conti

"Un albero ha bisogno di due cose: sostanza sotto terra e bellezza fuori. Sono creature concrete ma spinte da una forza di eleganza. Bellezza necessaria a loro è vento, luce, uccelli, grilli, formiche e un traguardo di stelle verso cui puntare la formula dei rami. La macchina che nei rami spinge linfa in alto è bellezza, perché solo la bellezza in natura contraddice la gravità. Senza la bellezza l´albero non vuole...
...Lui sente i bordi, gli orizzonti e cerca un punto esatto per sorgere. Un albero ascolta comete, pianeti, ammassi e sciami. Sente le tempeste sul sole e le cicale addosso con la stessa premura di vegliare. Un albero è alleanza tra il vicino e il perfetto lontano..." — Erri De Luca

Servizio Bus Navetta

Un servizio di Bus Navetta sarà attivo per tutta la serata collegando il centro storico dai principali punti di confluenza a Serra de´ Conti.

Ingresso Unico

Ingresso Unico: 5 € Ingresso Gratuito fino a 12 anni compiuti
Per informazioni: info@nottenera.it - Tel. 342.9579227 / 389.6577822

Arti Sceniche

Marta Cuscunà

La Semplicità ingannata

Satira per attrice e pupazze sul lusso d´essere donne

Seconda tappa del progetto sulle Resistenze femminili in Italia.
Liberamente ispirato alle opere letterarie di Arcangela Tarabotti
e alla vicenda delle Clarisse di Udine

di e con Marta Cuscunà
Assistente alla regia: Marco Rogante.
Realizzazioni scenografiche: Delta Studios; Elisabetta Ferrandino.
Realizzazione costumi: Antonella Guglielmi.

Co-produzione: Centrale Fies, Operaestate Festival Veneto.
Con il sostegno di Provincia Autonoma di Trento-T-under 30, Regione Autonoma Trentino-Alto Adige/Südtirol, Comitato Provinciale per la promozione dei valori della Resistenza e della Costituzione repubblicana di Gorizia, A.N.P.I. Comitato Provinciale di Gorizia, Assessorato alla cultura del Comune di Ronchi dei Legionari, Biblioteca Sandro Pertini di Ronchi dei Legionari, Assessorato alle Pari Opportunità del Comune di Monfalcone, Claudio e Simone del Centro di Aggregazione Giovanile di Monfalcone.

Con il sostegno dei partecipanti al progetto di microcredito teatrale: Assemblea Teatrale Maranese-Marano Lagunare UD; Federico Toni; Laboratorio Teatrale Re Nudo-Teatri Invisibili; Nottenera.Comunità_Linguaggi_Territorio; Bonawentura/Teatro Miela-Trieste; Spazio Ferramenta; Tracce di Teatro d´Autore; L´Attoscuro Teatro - Montescudo di Rimini.

Liberamente ispirato a Lo spazio del silenzio di Giovanna Paolin, (Ed. Biblioteca dell´Immagine, 1998)

Marta Cuscunà fa parte del progetto Fies Factory

Satira per attrice e pupazze sul lusso d´essere donne Questo piccolo gioiello teatrale rappresenta il secondo segmento di un percorso che interessa le Resistenze femminili nel nostro paese liberamente ispirato alle opere letterarie di Arcangela Tarabotti. Racconta di come, nel Cinquecento, un gruppo di Clarisse di Udine attuò una sorprendente e silenziosa contestazione, agendo con libertà di pensiero fino a dissacrare dogmi religiosi e della cultura maschile. Ma lo sguardo dell´autrice travalica le mura e le vicende del monastero per parlare del destino collettivo di generazioni di donne e della possibilità di farsi "coro" per cambiarlo. "Oggi c´è estremo bisogno di parlare di Resistenze femminili perché nella nostra società la figura femminile è molto contraddittoria: da un lato abbiamo bisogno di garantire per legge la presenza minima delle donne in politica attraverso le quote rosa; dall´altro proprio le donne sono al centro della vita mediatica in quanto merce di scambio tra politici e imprenditori corrotti..." Eletto spettacolo dell´anno (Last seen 2012) dal sito specializzato KLP Krapp´s Last Post.

Per saperne di più:

» Bio Marta Cuscunà
» Note di Regia e Scelte Produttive

Dove e quando:

BELVEDEREP
Ore 23.00 / 1h e 15m

» Guarda la Mappa
Prima regionale

Lorenza Zambon

Terza lezione di giardinaggio per giardinieri planetari.
Semi di futuro

Dopo la Prima lezione di giardinaggio per giardinieri anonimi rivoluzionari e la Seconda lezione per giardinieri planetari, ecco l´ atteso terzo incontro del "corso" di auto coltivazione botanico/teatrale di Lorenza Zambon, attrice giardiniera.

La terra, le piante, i semi non cessano di riservarmi sorprese , mi portano ogni giorno di più su strade nuove, in cui il mio sguardo e il mio passo continuano a cambiare. Vorrei accompagnarvi, farvi vedere l´imboccatura di certi sentieri ...vedrete, portano in un mondo di meraviglia.

In cui si narra
di semi che sono come piccole astronavi e che viaggiano nel tempo, di erbacce che ricuciono gli strappi nella rete della vita, di fiori delle bombe, di metropoli del futuro, dell´esplosione degli orti di città, delle verdure che colonizzano i balconi, del dilagare del guerrilla gardening... Della semina di nuovi paesaggi.

e si diffondono gli insegnamenti
di maestri giardinieri insospettabili, piccoli giardinieri planetari privi di potere, pieni di potenza... come quella giovane americana che ha creato una fattoria sotto a un grattacielo o quella grande donna indiana che lotta per i semi del futuro...

e ancora si forniscono istruzioni
per costruire un orto metropolitano da passeggio per farsi complici di liberi semi

Per saperne di più:

» Bio Lorenza Zabon
» Lorenza Zambon, il teatro, la natura

Dove e quando:

CHIOSTRO S. FRANCESCOU
Ore 22.00 e 00.45 / 55m / 2 Repliche

» Guarda la Mappa
Giovani Talenti Dal Territorio

Laura Graziosi

Pas d´hospitalité

Monologo di una donna con 4 ospiti per 5 sedie

di e con Laura Graziosi

Una giovane donna ha invitato a cena quattro persone
E´ tutto pronto
Da due anni nessuno entra nella sua casa
Attende gli ospiti con grande eccitazione
Finalmente ci sarà una festa
I fuochi d´ artificio arriveranno alla fine
Forse sarà solo l´inizio.

Pas d´hospitalité è il monologo di un solo personaggio, eppure ci sono altre quattro persone nella stanza a dialogare tra loro. Lo spettacolo trae spunto da un dialogo realmente ascoltato in una tabaccheria tra la negoziante e una signora che, dopo aver elencato gli innumerevoli piatti preparati la sera prima, precisava di non aver organizzato alcuna cena e di non aspettare ospiti. Da questo frammento quotidiano, nasce l´idea di esplorare la condizione della solitudine, sia reale che immaginata. Pas d´hospitalité è il momento di sospensione di un passo che vorrebbe andare verso l´esterno ma allo stesso tempo ci trattiene dentro. Invitare persone a cena, organizzare un menu che soddisfi tutti i palati, attendere l´arrivo degli ospiti e preparare la casa ad accoglierli: tutte queste azioni compongono il rito dell´ospitalità e riempiono il tempo che ne precede l´effettiva realizzazione. Una donna ha preparato una cena, desidera godersi una festa in casa. Comunque vada la serata, nulla andrà sprecato, la solitudine domestica può essere "addomesticata" per trasformarla in un mezzo da mettere al servizio della propria vita. E festa sia.

Per saperne di più:

» Bio Laura Graziosi

Dove e quando:

PIAZZA O. CAOSIT
Ore 22.00 e 01.30 / 45m / 2 Repliche

» Guarda la Mappa
Produzione Nottenera 13

Sonia Antinori

"Ma perchè dovemo esse´ così diversi da come se credemo?"

Conferenza spettacolo sulle stelle fisse del pensiero occidentale

di Sonia Antinori
in collaborazione con Malte

C´era una volta Polaris, una stella, la stella polare, che dalla terra dista ben 433 anni luce e sta lì ferma come un ago, piantata lì in mezzo alla volta del cielo, come un chiodo che regge un foglio da presepe, un foglio di carta blu notte. Con le stelle ci hanno trovato il verso i naviganti, i magi e gli esploratori, ma noi? Noi che ci pareva tanto che siccome eravamo i più nuovi potevamo andare più avanti degli altri, noi com´è finita che ci siamo persi? Non c´era uno straccio di stella su, appiccicata al cielo, a darci almeno una mano? Una conferenza che è uno spettacolo, perché ci sono le poesie dei poeti e le visioni dei visionari, e le canzonette dei cantanti e la musica dei musicisti, ma anche uno scorcio di presepe fatto di case e di gente e le voci e su tutto questo la volta notturna stellata. Ma anche uno spettacolo che è una conferenza, perché sotto, sopra e tutt´attorno a noi ci sono le idee, i desideri e i progetti di quelli che la strada l´hanno segnata, eccome se l´hanno segnata.

Per saperne di più:

» Bio Sonia Antinori

Dove e quando:

BELVEDEREP
Ore 20.45 e 00.30 / 50m / 2 Repliche

» Guarda la Mappa
Consigliato per i bimbiProduzione Nottenera ´13

Officina Teatrale A_ctuar

L´irrinunciabile sogno di Cosimo Piovasco di Rondò

Liberamente ispirato a "Il barone rampante" di Italo Calvino.

Spettacolo teatrale per bimbi e ragazzi con suggestive scenografie digitali video proiettate

"L´irrinunciabile sogno di Cosimo Piovasco di Rondò" è il progetto ideato dalla compagnia Officina Teatrale A_ctuar di Ferrara, in collaborazione con Mirco Rinaldi, per l´edizione 2013 di "NotteNera". Spettacolo teatrale per ragazzi, pensato per il chiostro di San Francesco di Serra De´ Conti, "L´irrinunciabile" coniuga performance attoriale e scenografie digitali videoproiettate, generando una continua trasformazione dello spazio e liberando attore e spettatore dalla gabbia scenica. Nell´incontro magico tra teatro, letteratura e architettura di luce, attori e spettatori interagiscono con una realtà immaginata: le pareti del chiostro si trasformano nel verde bosco di Ombrosa, le finestre divengono impenetrabili nascondigli tra le fronde degli alberi mentre la corte accoglie al tempo stesso la platea e la piazza del paese. Le persone del pubblico, estemporanei abitanti di Ombrosa, attraverso il meccanismo del gioco vengono coinvolte nello spettacolo e spinte ad interagire con gli attori. L´irrinunciabile, tema dell´edizione 2013 del festival, diventa centrale nell´opera: Cosimo Piovasco di Rondò, rampollo dell´alta società, sceglie di allontanarsi dalla famiglia e da un destino prestabilito per intraprendere una vita nuova tra gli alberi. Su quelle cime scopre che esistono nuovi possibili modi di vivere l´amore, l´amicizia, la conoscenza e che, alla fine dei giochi, l´irrinunciabile è essere sempre spietatamente se stessi fino alla fine.

Attori
Sara Draghi, Massimo Festi, Elena Grazzi, Lauro Pampolini, Arturo Pesaro, Manuela Santini

Scenografie
Mirco Rinaldi

Progetto Grafico
Manuela Santini

Sceneggiatura e Regia Officina teatrale A_ctuar
con il prezioso contributo del regista uruguaiano Santiago Bentancor Romero e del regista argentino Carlos Branca RE

Per saperne di più:

» Bio Officina Teatrale A_ctuar

Dove e quando:

CHIOSTRO S. FRANCESCOU
Ore 20.45 e 23.30 / 45m / 2 Repliche

» Guarda la Mappa
Premio "Anteprima" 2012Premio "Bianco e Nero" 2012

LeVieDelFool

Requiem For Pinocchio

C´era una volta un pezzo di legno...
e dico c´era perché ora non c´è più.
Così Pinocchio da burattino
venne trasformato in essere umano.
Qualcuno gridò: "Che peccato!"
;

di e con Simone Perinelli
con un estratto di "Emporium" di Marco Onofrio
aiuto regia Isabella Rotolo
regia Simone Perinelli

Spettacolo vincitore "Premio Anteprima" 2012
"Premio Bianco e Nero"
della Civica Accademia di Arte Drammatica Nico Pepe

Distribuito nelle Marche con la collaborazione di No man´s Island - Solitudini da Osservare.

Un processo.
Il giudice: "Signor P, questa corte le attribuisce le accuse suddette e le domanda: come si dichiara l´imputato?" Pinocchio: "Innocente, Vostro Onore! Ho poi... avrei anche una richiesta: vorrei giustappunto tornare burattino!" "Di conseguenza Vostro Onore, approfitterei dell´udienza per chiedere di tornar allo stato naturale delle cose, ché, senza offender nessuno voler, da essere umano proprio non mi trovo. Poiché da burattin mai nessuno mi disse che divenir bambin significasse crescer, diventare ometto, uomo, vecchio poi morire. Ma la morte niente poi sarebbe, se non fosse che nel bel mezzo del cammin di nostra vita mi ritrovai a dover lavorar per campare e la via della felicità s´è smarrita! Quindi, a prescindere da quel che sarà la sentenza, vi dico che questo vostro viver si chiama sopravvivenza. Preferisco faticar per uscir da una balena, che non per esser libero un sol giorno a settimana, ché non mi bastan 4 giorni al mese per vivere la vita, quindi la lascerei a voi questa fatica e non perché sia tipo da battere la fiacca, no, ma stavo meglio col cappio al collo che col nodo di cravatta. Se non dispiace Vostro onore tornerei alle mie peripezie, piuttosto il paese dei balocchi, ma non quello delle lotterie! Quanto alle accuse, tutto iniziò così... C´era una volta... No! C´era una notte..."

Per saperne di più:

» Bio LeVieDelFool

Dove e quando:

GIARDINI DEL MUSEOH*
Ore 21.30 e 23.45 / 55m / 2 repliche
*Ingresso fino ad esaurimento posti a partire da 15m prima dell´inizio

» Guarda la Mappa
Consigliato per i bimbi

Teatro a Vapore

Andata e ritorno

Clown

E´ tardi ! Siete tutti invitati a partire con Anita e Goffredo,
Dove e come non si sa...l´importante e´ il viaggio!
Due clown giocano, si amano e si odiano...
Gli oggetti si trasformano in mano ai personaggi e prende vita la loro avventura...
Siete pronti? E´ tardi!!

Per saperne di più:

» Bio Teatro a Vapore

Dove e quando:

PIAZZA IV NOVEMBREF
Ore 21.00 e 23.45 / 45m / 2 repliche

» Guarda la Mappa

Simone Guerro / Gruppo Baku

SCIMMIE #05

Laboratorio di performance urbana sull´evoluzione dell´uono

Agguati per le vie del centro storico
Scimmie è un laboratorio, non uno spettacolo. L´Evoluzione è una trasformazione che richiede di mettersi in gioco completamente, non si evolve da spettatori, ma da ascoltatori, in una triplice direzione: di sè, dell´altro e del gruppo, dello spazio/tempo. Il linguaggio è quello della performance, gli strumenti sono quelli del corpo e durante il laboratorio si è lavorato per ampliarne la consapevolezza e le possibilità espressive. Un "esercito" di Scimmie occuperanno gli spazi privati e pubblici, individuali e collettivi con lo scopo di sovvertire per un attimo le regole, e permettendo di creare un´altra realtà, dimostrare a noi stessi e al presente che questa realtà è solo una rappresentazione!

Per saperne di più:

» Bio Simone Guerro

Dove e quando:

CORSO ROMA
5m / Duranta la notte

» Guarda la Mappa

Simone Guerro / Gruppo Baku

Revolver_l´evoluzione è una scelta semplice

Performance che nasce nel laboratorio

Guardarsi allo specchio e sentire che qualcosa manca, che abbiamo un posto meraviglioso pieno di luce pronto per noi, ma qualcosa ci tiene ancorati, la nave che tutte le notti sognamo, ogni mattina la dimentichiamo, ogni mattina quando inizia il nostro sonno di veglia... Rivoltare la situazione attuale: Ri-conoscere i limiti della gabbia, ri-trovare la forza, ri-vivere la libertà. Ri-, perchè dentro, in fondo alle acque della coscienza , sappiamo Tutto, da sempre. L´evoluzione è una scelta semplice.

Per saperne di più:

» Bio Simone Guerro

Dove e quando:

LE COPERTELLEB*
Ore 23.00 e 23.30 / 20m / 2 repliche
*Posti limitati - ritiro obbligatorio talloncini in loco a partire da 15m prima dell´inizio

» Guarda la Mappa
Giovani Talenti Dal Territorio

Francesca Gironi

Camille

Installazione performance site-specific ad interazione con il pubblico

di e con Francesca Gironi
musica: Luca Losacco
assistenza tecnica: Matteo Mancini
chat: Monica Gironi
costume: Laura Bastianelli, Sara Costarelli

Camille dialoga con l´altra Camille di Francesca Duranti
Realizzato grazie al sostegno di Dance_B, il nuovo progetto di residenze creative presso DanceHaus promosso da ArtedanzaE20
Francesca Gironi fa parte della piattaforma Matilde. Progetto di Regione Marche e Amat

Punto di partenza per CAMILLE è la riproduzione, traduzione, travisamento e tradimento della serie di Edgar Degas "Nudi di donne intente a bagnarsi, lavarsi, asciugarsi, strofinarsi, pettinarsi o farsi pettinare". La serie di dipinti e schizzi di Degas si presta come partitura coreografica. Il ricorso a materiali teorici accompagna un´indagine sul concetto d´intimità. L´intento è quello di compiere un gesto utopico, fare irruzione nell´anonimato del corpo. CAMILLE - così chiamerò la bagnante di Degas - è una donna che attende la sua intimità.

* Durante l´installazione lo spettatore può mettersi in contatto con CAMILLE e spiarla via webcam. CAMILLE è a sua volta collegata con una webcam pubblica puntata su Times Square, il suo mondo privato si affaccia sul pubblico e viceversa.

Per saperne di più:

» Bio Francesca Gironi

Dove e quando:

GIARDINO INTERNO MUSEO ARTI MONASTICHEA*
Dalle 23.15 alle 02.00 / 15m
*Ingresso libero ogni 15 minuti

» Guarda la Mappa
Artisti a Km 0Consigliato per i bimbi

Circoplà

Fusion

Spettacolo di fuoco

di e con Elisa Mencarelli e Andrea Giardinieri

Fusion è l´incontro del fuoco femminile con il fuoco maschile.
In questa breve performance, il fuoco conduce alla scoperta dell´altro, lo avvicina, lo svela e offre l´esperienza della fusione complice.
Un incontro armonico, quasi una danza, capace di incantare grandi e piccini.

Per saperne di più:

» Bio Circoplà

Dove e quando:

PIAZZA DEL COMUNEL
Ore 23.10 e 02.15 / 15m / 2 repliche

PIAZZA IV NOVEMBREF
Ore 01.15 / 15m

» Guarda la Mappa
Musica e Cinema

Lucia Galli

Arpa celtica al tramonto

Concerto

Il concerto è un delicato viaggio nel repertorio tradizionale della musica irlandese; arrangiato e reinterpretato dando voce alle origini popolari, unite alla ricerca ed alla sperimentazione su questo affascinante strumento che è l´arpa celtica.

Per saperne di più:

» Bio Lucia Galli

Dove e quando:

SCALETTE GARIBALDIN
Ore 19.57 / 30m

» Guarda la Mappa

Pietro Baldoni

The unknown (Lo sconosciuto) di Tod Browning, 1927

Sonorizzazione Cinema Muto

Accompagneranno lo spettatore nel dramma e nella delicatezza della vicenda di questo capolavoro composizioni originali dal forte tratto emotivo, suonate dal vivo con un prezioso live set: una chitarra, un organo Farfisa ossidato, timpani e piatti, campioni ed un ingranaggio avariato per carillon. Partecipa alla composizione ed all´esecuzione live il Prof. Marco Molinelli.

Per saperne di più:

» Bio Pietro Baldoni

Dove e quando:

PIAZZA IV NOVEMBREF
Ore 22.45 e 01.30 / 50m / 2 repliche

» Guarda la Mappa
Consigliato per i bimbi

Andrea Martignoni

NotteNera Animata

Rassegna Cinema Animazione

Direzione artistica: Andrea Martignoni
Spazio a cura di Carlo Ceresani

Uno sguardo a 360 gradi sulle recenti produzioni di cortometraggio animato da tutto il mondo con strizzatine d´occhio a grandi classici del passato

Per saperne di più:

» Bio Andrea Martignoni

Dove e quando:

PIAZZA IV NOVEMBREF
Dalle 21.45 alle 22.30 per bimbi. Dalle 00.30 alle 01.15 e dalle 02.45 alle 04.00 per adulti

» Guarda la Mappa
Consigliato per i bimbi

Massimo Ottoni, Nicola Casetta e Federico Ortica

Strani attrattori

Sand painting e musica elettronica dal vivo

Massimo Ottoni: live sand painting
Nicola Casetta e Federico Ortica: suono elettronico

E´ uno spettacolo di animazione con sabbia e suono elettronico dove il "caso" crea, come accade in natura, forme di oggetti e suoni appartenenti alla nostra esperienza audio-visiva.

La sabbia lanciata sul piano luminoso, ripresa dalla telecamera e proiettata su grande schermo raffigura un mondo alcune volte informale ed altre figurativo dove il suono a volte guida, altre viene guidato dalla potenza evocativa delle immagini. Suoni di natura concreta si alternano a suoni astratti, tessiture a ritmi come in un gioco tra luce ed ombra dove lo spettatore partecipa attivamente con un proprio processo immaginativo alla lettura della scena.

Il risultato artistico di questo processo non è un audiovisivo o un cortometraggio di video-art il cui valore è centrato sul risultato finale, ma è il processo stesso che assume valore artistico attraverso l´improvvisazione. Infatti questa operazione ricalca ciò che succede realmente in natura dove nulla è materialmente eterno ma partecipa ad un ciclo di pieno e vuoto, creazione e distruzione, morte e vita.

Lo spettacolo si basa sulle dicotomie, luce-ombra, suono-rumore, concreto-astratto, materiale-immateriale. Questo porta lo spettatore in un mondo irreale e soggettivo originato dalla forza evocativa che il contrasto materia concreta e suono astratto possono generare.

Per saperne di più:

» Bio Massimo Ottoni
» Bio Nicola Casetta
» Bio Federico Ortica

Dove e quando:

GIARDINO INTERNO MUSEO DELLE ARTI MONASTICHEA
Ore 22.15 e 02.30 / 40m / 2 repliche

» Guarda la Mappa

AlmaVisu

Concerto meditativo di suoni armonici

Tutto ciò che esiste nell´Universo vibra... ...anche il nostro corpo è formato da molecole che vibrano.

Le vibrazioni dei suoni armonici prodotti dagli strumenti musicali utilizzati dagli ALMAVISU entrano in "risonanza" con le vibrazioni del nostro organismo attraverso l´elemento "acqua" del nostro corpo trasmettendo così informazioni di ordine e di armonia e abbassando il ritmo delle onde cerebrali. Il cervello viene portato a funzionare da Onde Beta, che si riscontrano nel normale stato di veglia, a Onde Alpha e Theta, più lente, che sono associate a stati di dormiveglia o di profonda meditazione. Con questi suoni è possibile modificare non soltanto il ritmo delle nostre onde cerebrali, ma anche del nostro cuore e della nostra respirazione...

...le vibrazioni sonore armoniche permeano il nostro organismo e lo riportano ad uno stato di equilibrio e di armonia, sciogliendone con naturalezza i "nodi" fisici ed emozionali...

il risultato è un profondo stato di rilassamento e pace interiore...

Per saperne di più:

» Bio AlmaVisu

Dove e quando:

CHIESA SAN MICHELER*
Ore 22.00 e 00.15 / 1h / 2 repliche
*Posti limitati - ritiro obbligatorio talloncini in loco a partire da 15m prima dell´inizio

» Guarda la Mappa

Alessio Ballerini e Francesco Giannico AIPS - Archivio Italiano Paesaggi Sonori

Workshop Rural Sounds

Performance finale

Si apre al pubblico la due giorni di workshop in ecologia del suono e design acustico ospitato a Serra de´ Conti che ha cercato di sviluppare ed estendere alle aree naturali le esperienze urbane e le relative mappe sonore già svolte a Taranto, Bisceglie, Roma, Bologna, Bari e Milano.

Dopo aver trattato i concetti di ecologia acustica e paesaggio sonoro, e dopo la passeggiata sonora notturna, il gruppo realizzerà una mappatura sonora che sarà ascoltabile come performance collettiva finale con tutti i partecipanti.

Per saperne di più:

» Bio Alessio Ballerini
» Bio Francesco Giannico

Dove e quando:

GIARDINI DEL MUSEO DELLE ARTI MONASTICHEH
Ore 01.00 / 45m

» Guarda la Mappa
Giovani Talenti Dal Territorio

Manuel Volpe

Gloom Lies Beside Me As I Turn My Face Towards The Light (Goatman Records)

In collaborazione con Hot Viruz

Il concerto è la presentazione del primo album del musicista, pieno di contaminazioni e suggestioni che vanno dal jazz alla musica popolare fino alle colonne sonore. Un evento dal forte impatto emotivo e visivo, grazie all´utilizzo di strumenti acustici e all´aiuto di musicisti dalla forte personalità, capaci di suggerire all´ascoltatore scenari sempre diversi. La chiusura perfetta, raccolta e onirica, per Nottenera ´13.

Manuel Volpe - voce, chitarra
Maurizio Busca - clarinetto, clarinetto basso, banjo
Gianandrea Cravero - chitarra
Riccardo Trasselli - contrabbasso
Simone Pozzi - batteria, percussioni

Per saperne di più:

» Bio Manuel Volpe
» Rassegna Stampa

Dove e quando:

GIARDINI DEL MUSEO DELLE ARTI MONASTICHEH
Ore 03.00 / 1h

» Guarda la Mappa
Arti Visive
Giovani Talenti Dal Territorio

Chris Rocchegiani

La camera esterna

Irrinunciabile: RICERCA

Pensa allora, anima mia, che la morte non è altro che un servitore che porta una luce nella camera esterna. - John Donne, il cammino dell´anima

Questa installazione ha una lettura in due tempi: 5 dipinti (dittici) all´esterno e un nucleo centrale di carte sospese. I dipinti veicolano l´esigenza di scardinare e superare la limitazione che sento del corpo. Attraverso la morte fisica osservo l´anima, il suo esprimersi oltre il concetto del tempo e tutto il suo splendore manifesto nell´incorporeo. Ogni morte è un racconto perché accoglie gli istanti preziosi di un passaggio: dal piccolo al tutto; dall´uomo al divino. Può descriversi nella brevità di un attimo ed essere carico di tensione, oppure lieve, etereo, della stessa sostanza di un pensiero. Quando l´ultimo laccio che ci identifica nell´essere individuale viene sciolto, diverse sono le tonalitàdel nostro animo, ed io voglio fermarle, sospenderle nella rappresentazione. L´animale, selvaggio, comune, domestico. Ci riconduce alla purezza del gesto, all´ancestrale sequenza di vita e di morte, lasciandoci liberi dall´esigenza di porci domande, rendendoci osservatori privi delle sofisticazione mentali di un perché o per come. La natura nel suo splendore. La morte, niente di piu´. Il maiale e il suo schianto, la sua grevità nel mondo. L´uccello e il suo ritrarsi, privo di peso, privo di respiro. La volpe e il suo non attaccamento all´uomo, la sua morte una visione. La lepre e il suo scarto. Nelle carte, la mia costante ricerca di Dio che parte dalla fragilità umana, dalle percezioni date dai sensi, dal loro superamento e da una rinnovata estasi.

Per saperne di più:

» Bio Chris Rocchegiani
» Testo critico a cura di Federica Mariani

Dove e quando:

CHIESA SANTA CROCEV
Dal tramonto
Installazione site-specific

» Guarda la Mappa

Silvia Fiorentino

ex voto / desiderando il desiderio / preghiera

Irrinunciabile: DESIDERIO

marea spirituale, marea intessuta di carne,...
ricomponi tra noi la dispersione dei corpi,
marea vivente, o tu che la cenere incomparabile
dei mondi passati attraversa con le sue favole,
formicolante di mondi rinascenti senza sosta
riplasma con le tue mani la sabbia friabile
trafiggici con le tue criniere di sangue.
(Antonin Artaud - agosto 1922)

Questa mia nuova installazione studiata apposta per il festival Nottenera ´13 prosegue la mia ricerca sulla parola e l´oggetto/senso arcaico nel e dentro il linguaggio femminile, fortemente evocato dallo spazio scelto: un ventre materno e uno spazio sacro insieme. Uno spazio sacro femminile dove la significazione venga collegata all´arcaico.

Mi sono interrogata sull´irrinunciabile.
è possibile dentro le decodificazioni, chiusure, gli status mentali legati a una gerarchia dialettica e a illusioni economiche e di significato, significare il senso dell´irrinunciabile dentro di noi? In arte, un territorio nel quale l´attenzione è puntata più sulla creazione di sistemi che di oggetti e di significati, è possibile dialogare con l´irrinunciabile? C è un´area possibile di senso libera? Una zona spirituale franca legata ad una necessità interiore che ci possa far vedere il rapporto con ciò che per noi è irrinunciabile?

Sono queste le domande che mi pongo con un piccola installazione /preghiera: un ex voto che vuole creare un´area di desiderio/forza, in noi ma anche oltre noi; qualcosa di più arcaico ancora che attraverso una serie di sculture ex voto dialoghi con una grande madre-madonna.

Per saperne di più:

» Bio Silvia Fiorentino
» Testo critico a cura di Federica Mariani

Dove e quando:

EX FRATOIO SOTTERRANEOM
Dal tramonto
Installazione site-specific

» Guarda la Mappa

Erika Latini e Massimo Festi

L´amore imperfetto è quello più autentico

irrinunciabile: AMARE

stampa digitale su tela e ricamo, 100x150cm, 2013 n.6 cuori, ricamo su plastica h 10cm. 2011

Corpi instabili
Cuori spericolati
Attraversano le maschere della vita
per ritrovarsi
mai slegati

Per saperne di più:

» Bio Erika Latini
» Bio Massimo Festi
» Testo critico a cura di Federica Mariani

Dove e quando:

CRIPTA CHIESA DI SANTA CROCEV
Dal tramonto
Installazione site-specific

» Guarda la Mappa
Giovani Talenti Dal Territorio

Yesenia Trobbiani

Delcibo

Irrinunciabile: ACQUA

progetto di Y. Trobbiani
a cura di Franko B e Benito Leonori

performance per 33 partecipanti

68 mani
si smonta
un tavolo
puoi bere
34 persone
cercare
chiedere
bianco.
Conosco il sapore.

Tipologia di fruizione di delcibo:
:: dentro: invita lo spettatore a mangiare a una mensa dove non ci sono tramiti nel rapporto tra le persone e tra persone e cibo.
:: fuori: è un modo per raccogliere frammenti occasionali di piccole intimità.

Per saperne di più:

» Bio Yesenia Trobbiani
» Testo critico a cura di Federica Mariani

Dove e quando:

GIARDINO PRIVATO
VIA GARIBALDI 13
G*
Ore 21.30, 23.30, e 02.30 / 45m / 3 repliche
*Performance per 33 partecipanti

» Guarda la Mappa
Giovani Talenti Dal Territorio

mancinelli/trobbiani

DAILY

Irrinunciabile: COCCOLE

Serie di lavori della durata di un mese che consistono in uno scambio quotidiano dello stesso elemento.

Alimentarsi a vicenda ( #1 ) o vegliare l´una sul sonno dell´altra attraverso i sogni ( #2 ) sono azioni che danno la possibilità di raccontare la diversità nel tentativo di ricevere e donare un parte di sé. Azioni silenziose nella giornata, che vengono documentate grazie alla conservazione di piccoli oggetti che diventano poi installazioni di natura artistica in una dichiarazione di dipendenza e di necessità di non-libertà davanti a un legame.

Per saperne di più:

» Bio mancinelli/trobbiani
» Testo critico a cura di Federica Mariani

Dove e quando:

PIAZZA T. VITTORI PARTE BASSES
Dal tramonto

» Guarda la Mappa

Valerio Porru

Plancton_primo anello della catena alimentare marina

Irrinunciabile: ENERGIA

Fogli in film trasparente di polipropilene, resina fluorescente, struttura portante.
Installazione site-specific

Il plancton e´ il primo anello della catena alimentare marina, microorganismi simili a meduse , creature dalla grandezza insignificante, ma dalla enorme complessità. Queste forme di vita contribuiscono alla formazione di nubi, ed è persino possibile che aiutino a regolare il clima del nostro pianeta. Queste piante e animali microscopici vivono al limite della sopravvivenza e ora devono anche assorbire metalli pesanti, carichi fognari, pesticidi e idrocarburi. Alcune di queste creature usano la bioluminescenza per comunicare, per confondere i predatori; alcuni per comunicare ad animali più grossi la presenza di cibo; altri per attrarre la propria compagna.Per questo trasformerò lo spazio Grotta 40 in un abisso marino popolato di organismi bioluminescenti. Stiamo parlando quindi di un esemplare di vita irrinunciabile per il pianeta, se pur il più piccolo.

Per saperne di più:

» Bio Valerio Porru
» Testo critico a cura di Federica Mariani

Dove e quando:

GROTTA 40D
Dal tramonto
Installazione site-specific

» Guarda la Mappa
Scienze & Laboratori
Consigliato per i bimbi

"Senza titolo" associazione culturale

La casa nel bosco

Installazione e Laboratorio per bimbi dai 6 anni in su

Attività di laboratorio con uno speciale allestimento realizzato dagli studenti dei corsi di Metodologia progettuale della comunicazione visiva e di Pedagogia e Didattica dell´arte dell´Accademia di Belle Arti di Bologna.

Una casa nel bosco, una suggestiva installazione dedicata all´irrinunciabile rapporto tra uomo e natura. Ispirati dalle opere di alcuni artisti contemporanei e dal libro di Henry D. Thoreau Walden ovvero Vita nei boschi, gli studenti hanno realizzato una speciale abitazione, luogo privilegiato per attivare con i bambini percorsi di laboratorio dedicati alla nostra relazione con l´ambiente e con il mondo che ci circonda.




Per saperne di più:

» Bio "Senza titolo" associazione culturale

Dove e quando:

GIARDINI CA´ FOSCOLOC*
Ore 21.00, 22.00 e 23.00 / 45m / 3 Repliche

L´installazione è visibile per tutta la notte, mentre il Lab ha 3 fasce orarie
*Ingresso disciplinato, recarsi direttamente in loco. Per info: 348.3046781

» Guarda la Mappa
Consigliato per i bimbi

Museo Balì

Spazio alle stelle

Osservazione volta celeste

...perchè il racconto non è compiuto...
perchè il racconto può cambiare...
il racconto si può TRASFORMARE...

Un piccolo laboratorio dove i più piccoli potranno sostituire le parole, la loro posizione o la punteggiatura di una frase partecipando alla trasformazione di una storia. Una Storia Paurosa si trasformerà in una Storia Divertente, un Storia D´Amore in una Storia d´Avventura .... e non è detto che il lieto fine sarà la scelta migliore...

Per saperne di più:

» Bio Museo del Balì

Dove e quando:

RITROVO PIAZZA LEOPARDII**
Ore 23.45, 00.45 e 01.45 / 60m / 3 repliche
**Ritrovo PIAZZA Leopardi / passeggiata fino in collina per l´osservazione

» Guarda la Mappa
Consigliato per i bimbi

Labotto

Lo voglio

Laboratorio per bambini dai 2 ai 14anni

Laboratorio per bambini dai 2 ai 14 anni per disegnare gli oggetti o le attività che sono IRRINUNCIABILI nel loro quotidiano: il gelato, la TV, il pallone, le coccole ... ognuno utilizzando i propri disegni potrà completare un cartellone realizzando un personaggio completo di tutti i desideri .... vi aspettiamo!

Per saperne di più:

» Bio Labotto

Dove e quando:

PIAZZA DEL COMUNEL
Dalle ore 20.00
Fino ad esaurimento colori e di Pina!

» Guarda la Mappa
Consigliato per i bimbi

Cristiana Riccione e Katia Mazzillo

Liberambiente

Installazione finale del laboratorio sul Riciclo dei materiali con i bimbi di Serra de´ Conti

Lo scopo del laboratorio è stato sensibilizzare i ragazzi a riutilizzare l´eccesso di materiale "spazzatura" trasformandolo in divertenti giochi, al fine di valorizzare la loro creatività. Parte dei lavori confluiscono in questa installazione Site-specific per Nottenera ´13, in tal modo i ragazzi potranno fare esperienza diretta di un loro contributo offerto e condiviso con la comunità serrana.

Per saperne di più:

» Bio Cristiana Riccione
» Bio Katia Mazzillo

Dove e quando:

PIAZZA T. VITTORI PARTE ALTAS
Dal tramonto

» Guarda la Mappa
Consigliato per i bimbi

Gianluca Sampaolesi

Geppetto anch´io!

Laboratorio di falegnameria per bambini dai 4 ai 12 anni

Come Geppetto tutti i bambini potranno rendere concreto un desiderio. I Piccoli Falegnami avranno a disposizione tavoli attrezzati con gli strumenti del mestiere: piccole seghe, seghetti, martelli, chiodi, raspe,colla e tanto legno diverso di ogni forma e dimensione per creare in libertà. Il legno non avrà più segreti ma solo divertimento!

Per saperne di più:

» Bio Gianluca Sampaolesi

Dove e quando:

PIAZZA DEL COMUNEL
Dal tramonto
Fino ad esaurimento di Geppetto!

» Guarda la Mappa
Consigliato per i bimbi

Gianluca Sampaolesi e Alessandra Buschi

Piazza in gioco

Giochi a sorpresa realizzati sia dal maestro falegname Gianluca Sampaolesi sia, con materiale di recupero, dai bambini del centro estivo di animazione di Serra de´ Conti, seguiti da Alessandra Buschi per la coop. Urluberlù.

Per saperne di più:

» Bio Gianluca Sampaolesi
» Bio Alessandra Buschi

Dove e quando:

PIAZZA DEL COMUNEL
Dal tramonto

» Guarda la Mappa

Apertura straordinaria del MUSEO delle Arti Monastiche

Aperto fino alle 02.00. Possibilità di visita guidata 45 min circa. Biglietto unico ridotto 3 €.

Dove e quando:

MUSEO DELLE ARTI MONASTICHEE

» Guarda la Mappa
Punti Ristoro

CIRCOLO VERDEACQUA

L´irrinunciabile è: IL MARE, elemento di vita sin dai primordi, grande contenitore di specie, equilibrio perfetto, fonte di alimentazione.

Proposta Menù
• Bruschette al pomodoro o tartufo
• Farro in due versioni (da definire)
• Riso selvaggio
• Caponata con crescia
• Polipo con patate
• Fagiolini cannellini con gamberetti
• Pesche percocche e vino

TAVERNA DEL CORSO

L´irrinunciabile è: LA RISCOPERTA dei sapori di una volta abbinati al piacere del gusto rivisitato in chiave contemporanea.
Due piatti speciali per Nottenera:
• Tortino di cicerchie con guanciale e pendolini spadellati, crosta di pane, riduzione balsamica e spuma di lime e menta
• Semifreddo di viscola del cardinale, svogliature di cioccolato con pompelmo menta e varnelli

Proposta Menù (all´interno)
• Torta salata con formaggio ed erbe di campo
• Tagliatelle con finocchio selvatico, pancetta affumicata e olive taggiasche
• Orzotto di zafferano e foglia di caciotta
• Arrosticini di capocollo con guanciale e finocchio selvatico alla griglia
• Kebab marchigiano con verdure gratinate e salsa di yogurt
• Tagliata di pollo con rucola pendolini e grana
• Macedonia di frutta

Proposta Menù (all´esterno)
• Pasta in diverse tipologie
• Arrosticini
• Macedonia
• Patate fritte

PRO LOCO

L´irrinunciabile è: IL CONFRONTO: lasciarsi tentare dal confronto delle nostre semplici tradizioni con le nuove tendenze etniche culinarie.

Proposta Menù
• Panzanella
• Cous cous (di pollo e verdure)
• Spiedini di frutta con cioccolato fondente

ALIMENTARI PAOLETTI SIMONA

Proposta Menù
• Piadina con affettati e verdure
• Piadina con formaggio
• Prosciutto e melone

LA MACELLERIA DI CLAUDIO

Proposta Menù
• Panini con porchetta, braciola, salsiccia, affettati misti

LA MACELLERIA DI BALDINA

Proposta Menù
• Frittura mista al cartoccio
• Tagliere di affettati
• Crescia di farro e polenta con affettati

LE PETIT BISTRÒ

Proposta Menù
• Crostini
• Crostate

BAR LALLI

L´irrinunciabile è: VOGLIA DI PIACERE: quel piacere che in una calda sera d´estate si trasforma in gelato dal gusto irrinunciabile o quell´irrinunciabile piacere del profumo di caffè con una brioche calda prima di coricarsi.

Proposta Menù
• Gelati
• Brioche

FORNO DI ANDREA

Proposta Menù
• Pizza
• Maritozzi

LE CANTINE DEL CARDINALE-LA BOTTE

Proposta Menù
• Cocktail e stuzzichini

CronoProgramma



In caso di pioggia, sarà assicurata una programmazione ridotta utilizzando spazi al coperto.

I testi sono forniti dagli artisti